Sharing file. gesture of finger pressing

Programma

​​L’associazione, che rappresenta la maggioranza del mercato italiano in sharing, vuole proporre degli spunti per la regolamentazione dell’industry di monopattini, bici, scooter e auto in condivisione attraverso i seguenti punti:

01. Codice della Strada

  • Inserimento nel CdS delle varie tipologie di mobilità in sharing con l’inserimento dell’art. 84-bis “Locazione senza conducente in condivisione, cd.sharing”;

02. Sicurezza

  • Diminuzione dei limiti di velocità di bici e monopattini elettrici da 25 a 20 km/h nelle aree urbane e aumento da 6 a 10 km/h nelle aree pedonali;

  • Identificabilità univoca di ogni veicolo;

  • Obbligatorietà dell’assicurazione RCT in capo agli operatori.

03. Decoro urbano

Creazione di parcheggi dedicati alla mobilità in condivisione.

04. Dati

Creazione di un unico standard nazionale per la condivisione dei dati alla PA.

05. Tassazione

Allineamento dell'iva dal 22 al 10%, come per il TPL per incentivare il servizio nelle città.

06. Policy - condivisione delle proposte con le istituzioni e gli stakeholder 

Qui le proposte di indirizzo a sostegno della mobilità sostenibile in sharing condivise con il MIT.